Coppa America: New Zealand trionfa e umilia Land Rover

Continuano le regate e le competizioni in acqua per le barche impegnate nella Coppa America. Gli ultimi risultati riportano il successo ottenuto dal team giapponese di Dean Barker che riesce a battere la squadra francese di Frank Cammas. I britannici di Land Rover sono stati invece miseramente umiliati dopo aver collezionato un ritardo che li ha portati al ritiro. Sul fronte Oracle le cose si mettono male in fase di partenza, ma la regata è comunque vinta contro i nipponici. Vediamo nel dettaglio quanto accaduto nelle regate!

Regate Coppa America: vincitori e vinti

Il Team France perde contro Softbank Team Japan in uno spareggio utile per poter evitare l’eliminazione tra le due barche ferme a quota 2 punti. Il primo round robin si concluse con la vittoria dei nipponici. La sfida è stata segnata da un vento debole che ha portato le imbarcazioni a trovarsi da subito in difficoltà. Ma il ritardo collezionato dai francesi è aumentato a dismisura: alla prima boa Softbank Team Japan aveva un vantaggio di 8”. La regata, tutt’altro che spettacolare si è poi conclusa con Dean Barker e i suoi pronti a raggiungere il traguardo con 5’59” di vantaggio totale.

Emirates Team New Zealand invece nella sua sfida con Land Rover Bar è riuscita a fare molto di più. I britannici si sono letteralmente fermati sull’acqua, nonostante i tentativi da parte di Ben Ainslie di restare in gara contro Peter Burling e i suoi. New Zealand vola via imprendibile verso il traguardo portando i rivali a un distacco di 3’05” al termine del primo lato di poppa. Visto il notevole vantaggio arriva poi il ritiro da parte di Ben Ainslie che si deve arrendere davanti alle problematiche vissute in acqua. Per Land Rover Bar arriva poi un piccolo riscatto con la vittoria su Groupama Team France. Pur puntando su un Ben Ainslie non è impeccabile i britannici riescono a raggiungere il vantaggio sul finale in una regata caratterizzata da una penalità francese ottenuta in fase di partenza. Il cat inglese conclude vittorioso di 23”.

Oracle Team USA riesce poi a battere Softbank Team Japan con una pazzesca partenza del defender, che porta Jimmy Spithill a osservare gli avversari da lontano. Giunti alla seconda boa, Dean Barker ha 8” di vantaggio, mentre alla terza il distacco è di 21”.

Alla boa 5 Oracle vola con 35” di vantaggio che ormai risultano facili da gestire da parte del team.

Leave a Reply